« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

CONFERENZA DIPENDENZE PATOLOGICHE

sabato 27 novembre 2021
Galante (M5S): Oggi a Genova la conferenza nazionale sulle dipendenze patologiche, in particolare da sostanze stupefacenti. Necessario agire anche a livello regionale"


"Oggi e domenica si terrà a Genova la VI Conferenza nazionale sulle Dipendenze 'Oltre le Fragilità', attesa da 12 anni nel nostro Paese. Lo scopo è fornire una relazione al Parlamento per capire come intervenire per migliorare il Testo Unico del 1990, ormai inadeguato rispetto alle problematiche attuali. Voglio ringraziare la ministra Dadone, che ha fortemente voluto questo appuntamento, necessario per dare risposte attese da tempo e avviare una riforma organica per il contrasto alle dipendenze patologiche, che coinvolga diversi settori: dalla sanità al welfare, alla scuola. Ritengo sia importante che anche la Regione faccia la sua parte, iniziando con l'analisi attuale della situazione in Puglia. Per questo in conclusione della conferenza chiederò di audire in III Commissione Sanità i rappresentanti di Crea Puglia (coordinamento Regionale enti ausiliari) e dell'APIS (Agenzia Pugliese per l'intervento e studio delle dipendenze patologiche), i Direttori dei Dipartimenti delle Dipendenze patologiche delle ASL Pugliesi, ii Prefetti pugliesi, il Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale della Puglia e l'ordine degli psicologi. Le ultime audizioni di due anni fa avevano fatto emergere un quadro allarmante, una vera piaga sociale e, visto che a livello nazionale il commercio degli stupefacenti purtroppo non si è fermato neanche con la pandemia, abbiamo motivo di credere che la situazione non sia cambiata". Lo dichiara il consigliere del M5S Marco Galante.


"È necessario - continua Galante - avviare campagne di prevenzione a partire da informazioni mirate, dirette soprattutto ai ragazzi e ai loro genitori. Iniziative che andrebbero organizzate in collaborazione con l'ufficio scolastico regionale e con le istituzioni a tutti i livelli. Attendiamo la relazione che sarà fornita al Parlamento per capire come poter agire anche a livello regionale, dove ritengo necessaria una cabina di regia per coordinare azioni di repressione e contrasto alla tossicodipendenza. Le famiglie devono sapere di non essere sole ad affrontare queste situazioni".

Torna su