« Visualizza tutti i records in questa Rubrica
Versione Stampabile

Potere al popolo su visita di Dimaio al Maiorana

lunedì 12 febbraio 2018
Potere al popolo su visita di Dimaio al MaioranaBrindisi 10 febbraio 2018
Tutte le forze politiche sono state pronte a commentare l'improvvida visita dell'On DiMaio al Maiorana.
Un arbitrio da parte di un dirigente nei confronti della Istituzione scolastica che dovrebbe essere estranea alla
contesa elettorale, ed una incredibile caduta di stile dell’On Di Maio che va a fare passerella utilizzando le
istituzioni per la sua campagna alla ricerca di voti. Un vero e proprio condizionamento e un pericoloso
precedente se non si dovessero prendere immediati ed incisivi provvedimenti, che auspichiamo, da parte del
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Dobbiamo aspettarci in futuro che le "amicizie" politiche dei presidi abbiano libero accesso nei luoghi di
istruzione, durante i periodi elettorali, strumentalizzando ragazze e ragazzi per un eventuale "interesse" di
parte?
Il dubbio sorge spontaneo.
Riteniamo però che oltre che parlare di modalità scorrette sia necessario che si parli di contenuti. Vorremmo
si discutesse di politiche scolastiche e che ci si confrontasse su ciò.
L’On di Maio ha mostrato ancora una volta di non comprendere le necessità della scuola e nel suo post in cui
dichiara di aver visitato una “eccellenza” mostra di essere in perfetta continuità con le scelte dei governi di
centrodestra e centrosinistra che all’inseguimento dell’eccellenze hanno abbandonato il compito primario che
la scuola dovrebbe avere.
E’ ovvio che l’esistenza di “eccellenze” contempla le “mediocrità” e secondo noi di “Potere al Popolo”,
sarebbe più utile rimuovere gli ostacoli che rendono mediocri determinate istituzioni scolastiche, così come
imporrebbe la nostra Costituzione: “E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico
e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della
persona umana e.... ” Quindi invece che fare passerelle, le forze politiche facciano della campagna
elettorale un momento di confronto generale sulle politiche scolastiche.
I candidati Brindisini di Potere al Popolo
Angelo Brandi
Ivano Valente
Patty Dell’anna

Torna su